Gigi D'Alessio dona un'ambulanza, ma il suo nome viene cancellato

Il cantante su Facebook: "Io non so chi e perché ha determinato uno sfregio che non ha alcun motivo di essere. Non avevo chiesto di esserci. Ma essere cancellato è atto intimidatorio"

Foto CasertaRace

“Sono avvilito e indignato. Mi domando se è questo il modo per incentivare i valori della solidarietà. Sono pronto a incontrare i commissari che dirigono l’ospedale di Caserta perché voglio una spiegazione chiara mentre mi guardano negli occhi”.

Così Gigi D’Alessio a La radiazza, commentando la scelta dei Commissari dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta che hanno deciso di togliere il suo nome dall’ambulanza donata al reparto di neonatologia dell’ospedale di Caserta dopo la campagna di solidarietà avviata con Uliveto e Rocchetta, come riportato da CasertaCe.

Solidarietà a Gigi D’Alessio è stata espressa dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e dallo speaker Gianni Simioli che avevano già evidenziato, nel corso de La radiazza, “i ritardi nella consegna dovuti alle lungaggini burocratiche”. “Davvero non riusciamo a capire per quale motivo abbiano deciso di togliere il nome di Gigi D’Alessio senza neanche avvisarlo, lasciando quelli degli sponsor” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “in questo modo, con questi gesti assurdi, si disincentiva anche la solidarietà”. “Domani contatteremo i vertici dell’ospedale di Caserta per capire i motivi di questa scelta assurda, siamo proprio curiosi di sapere per quale motivo abbiano deciso una cosa del genere” hanno concluso Borrelli e Simioli.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Amministrative 2017, si vota per i ballottaggi | LA DIRETTA

    • Cultura

      Nino D'Angelo 6.0, al San Paolo è un trionfo

    • Cronaca

      L'Onda Pride travolge Napoli: "Giù i muri del pregiudizio e dell'omofobia"

    • Cronaca

      Chalet Ciro a Mergellina, la protesta dei camerieri: "Senza tavolini ci licenziano"

    I più letti della settimana

    • Sesso in pubblico, nuovo scandalo dopo quello di piazza San Domenico

    • Ciro a Mergellina, dal Comune stop a tavolini e ombrelloni

    • Ucciso e seppellito in un terreno, arrestate tre persone per l'omicidio di Vincenzo Amendola

    • Dramma in via Napoli: trovato il cadavere di una donna incinta all'ottavo mese

    • Sesso orale in Piazza San Domenico, fermata la protagonista del video

    • Rosa, quando il 28enne pakistano disse alla madre: "Un giorno mi prenderò tua figlia"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento