Girolamini, dalla Germania tornano alcuni dei libri rubati

Si tratta di circa 500 tomi, dal valore superiore ai 2 milioni di euro, che la procura tedesca ha sequestrato ad una casa d'aste bavarese. Tra essi, originali di Galileo e Copernico

Biblioteca Girolamini

Saranno restituiti all'Italia i libri antichi, sequestrati a Monaco di Baviera, risultati rubati in varie biblioteche della penisola tra cui quella dei Girolamini a Napoli. A renderlo noto, la procura tedesca che indaga sulla vicenda.

Si tratta di oltre 500 tomi per un valore di almeno 2,5 milioni di euro: tra essi, addirittura edizioni originali di Galileo e di Copernico. I libri verranno restituiti venerdì.

Il loro sequestro era avvenuto in una casa d'aste di Monaco di Baviera nel maggio del 2012, operazione avvenuta su richiesta della procura di Napoli.

Una vicenda per la quale è stato condannato in secondo grado l'ex direttore della biblioteca dei Girolamini Massimo De Caro, così come Herbert Schauer – titolare della casa d'aste coinvolta – è stato condannato a cinque anni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    De Magistris: "De Luca vuole far fallire Anm"

  • Incidenti stradali

    Tremendo incidente tra Villaricca e Calvizzano: ci sono feriti

  • Notizie SSC Napoli

    Napoli-Zurigo, San Paolo blindato: in arrivo circa 2000 tifosi svizzeri

  • Politica

    Villa Floridiana, svolta dopo l'incontro tra il Comune e il Ministero: 2 milioni in arrivo

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni (giorno per giorno) dal 18 al 22 febbraio

  • Undici rapine di rolex, arrestato 32enne in trasferta a Torino: il complice morì in un incidente

  • "Mio figlio di 9 anni agganciato da un pedofilo": la storia del neomelodico Torri

  • Maurizio Aiello da Caterina Balivo ricorda lo zio: "E' morto in maniera tremenda"

  • Addio Rita: la giovanissima mamma di due bambini si spegne per un terribile male

  • Reflusso gastroesofageo, cosa mangiare e cosa evitare: i consigli

Torna su
NapoliToday è in caricamento