Perizia gonfiata per comprare il computer al figlio: geometra arrestato

In manette un dipendente dell'Inpdap. Avrebbe chiesto una tangente di 450 euro a un dipendente pubblico per aumentare il valore di un immobile da lui indicato in una perizia

Un geometra dipendente dell'Inpdap è stato arrestato dai Carabinieri a Napoli per concussione per aver chiesto una tangente di 450 euro a un dipendente pubblico per aumentare il valore di un immobile da lui indicato in una perizia. La perizia era necessaria per l'erogazione di un mutuo ipotecario che l'uomo aveva chiesto per l'acquisto di un immobile a Pomigliano d'Arco. Il valore doveva essere aumentato da 130.000 a 166.000 euro e il denaro - secondo il riferito dal dipendente pubblico ai Carabinieri - doveva servire ad acquistare un computer per il figlio del geometra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto è avvenuto subito dopo aver ricevuto il denaro, in via Marina, nei pressi di un negozio di elettronica nel quale era già stato prenotato il computer. Gli investigatori hanno anche registrato la scena dell'incontro per il passaggio del denaro dal dipendente pubblico al geometra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

Torna su
NapoliToday è in caricamento