Galleria Umberto, presentati i lavori di restauro conservativo delle facciate

L’importo dei lavori eseguiti sull’immobile è pari a circa 3 milioni di euro

Recuperare e rilanciare la Galleria Umberto I significa anche contribuire alla rinascita culturale e turistica di Napoli. Questa la sintesi della conferenza stampa organizzata questa mattina da Sidief (società immobiliare controllata dalla Banca d’Italia a cui sono stati conferiti i beni non strumentali della stessa, compreso un quarto della Galleria) per presentare i lavori di restauro conservativo di uno dei luoghi simbolo della città partenopea.

Il progetto di restauro avviato dalla Sidief è stato condotto con le tecniche più avanzate di diagnostica finalizzate a orientare in modo inequivocabile le successive attività di restauro.

Particolare rilevanza hanno avuto le operazioni di restauro sui fronti interni. Grazie alle indagini di laboratorio e allo studio storico, è stato possibile riportare alla luce l’immagine originale dell’edificio. Sui fronti esterni, invece, si è restituito il trattamento uniforme delle superfici a connotare la dimensione di larga scala originaria del manufatto dai toni dell’avorio e del giallo chiaro a imitazione della pietra naturale.

Nella stesura della tinta finale sono stati valorizzati i dettagli della variazione dei toni sulle cornici e sulle superfici piane, a dare maggior effetto di profondità ai caratteri dell’apparecchiatura decorativa del fabbricato. Ogni singola sporgenza, decoro e più in generale ogni elemento di facciata è stato consolidato e vincolato in maniera solida alle strutture di sostegno. L’incremento dei requisiti di sicurezza, seppur nel rispetto della storicità del bene, risolve definitivamente il rischio di caduta o distacco dovuti al naturale degrado dei vecchi sistemi di appendimento.

Per la realizzazione delle attività, la Sidief ha costruito da prima uno staff tecnico e poi uno realizzativo, coordinando l’intero processo di project e construction management del restauro con la supervisione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune e la Provincia di Napoli e degli uffici tecnici della Municipalità. L’importo dei lavori eseguiti sull’immobile è pari a circa 3 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Occupa una casa con i sei figli, l'appello di Antonio: "Non mandatemi via. Voglio pagare l'affitto"

Torna su
NapoliToday è in caricamento