Colpo milionario a Santa Lucia, i ladri svaligiano la casa di un noto avvocato defunto

Hanno portato via oggetti di valore e quadri importanti, tra cui alcune opere di Gigante. Il bottino dovrebbe ammontare ad un milione e mezzo di euro

Un colpo milionario è stato messo a segno da alcuni ladri nella zona di Santa Lucia. I malviventi sono riusciti, infatti, a penetrare nell’appartamento di un noto defunto avvocato, ormai disabitato, riuscendo a portar via un tesoro tra quadri e oggetti in oro.

Il valore del colpo dovrebbe ammontare ad un milione e mezzo di euro. Tra le opere portate via pare ci siano anche dei quadri di Giacinto Gigante, di autori della Scuola di Posillipo e di artisti del diciottesimo e diciannovesimo secolo.

A scoprire quanto successo sono stati i familiari dell'avvocato, che una volta entrati in casa l'hanno trovata del tutto spoglia degli oggetti preziosi. Sul posto si è recata la polizia del commissariato San Ferdinando, che indagherà sul caso.

Il furto pare essere stato portato a termine da professionisti, e non negli ultimi giorni. Sarà quindi ancora più complicato trarre informazioni utili per le indagini da eventuali testimonianze o dalla visione dei filmati di sicurezza. A riportare la notizia, il Mattino.

Potrebbe interessarti

  • Tutto quello che ancora non sapete sul bicarbonato di sodio

  • Bolletta dell'elettricità: tutti i trucchi per risparmiare

  • Quanto si deve davvero aspettare per fare il bagno a mare dopo aver mangiato?

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Concorsone Regione Campania, pubblicati i primi due bandi

Torna su
NapoliToday è in caricamento