Tenta di rubare le batterie di un ripetitore telefonico mentre la moglie incinta fa "il palo": arrestato

L'uomo, 36enne di Casalnuovo già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato per tentato furto aggravato, la moglie è stata denunciata per lo stesso reato commesso in concorso

Foto di archivio

I Carabinieri della stazione di Castello di Cisterna e dell’aliquota radiomobile hanno sorpreso un uomo all’interno del ripetitore ‘Vodafone’, in località Santa Maria Verdosa, mentre tentava di rubare le batterie dell’installazione.

Intanto sua moglie, in dolce attesa, gli faceva da “palo”, giocando sul suo stato interessante che le permetteva di non destare sospetti…

I militari hanno ricevuto la richiesta d’intervento dal personale incaricato della sorveglianza che dalle telecamere stava assistendo al furto. Sul posto, al loro arrivo, i carabinieri hanno sorpreso il ladro, un 36enne di Casalnuovo, già noto alle forze dell'ordine, intento a smontare le batterie, dopo aver forzato il vano che le custodiva.

L'uomo è stato arrestato per tentato furto aggravato, la moglie è stata denunciata per lo stesso reato commesso in concorso. L’arrestato è finito ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.
La refurtiva è stata restituita.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Sanità in Campania, dossier dei Verdi sulle coperture dei vuoti d'organico

    • Politica

      Primo Maggio, concerto a Piazza Dante: l'iniziativa promossa da de Magistris

    • Green

      Raccolta differenziata, bene la Campania

    • Notizie SSC Napoli

      L'amarezza di Hamsik: "Dispiaciuto per il mio errore"

    I più letti della settimana

    • Tangenziale di Napoli, appalti truccati: 5 misure cautelari

    • Rubavano le auto parcheggiate nel centro commerciale: arrestati

    • Il dramma di Rosa: muore improvvisamente a 15 anni

    • Strage familiare in Svizzera: morti tre napoletani

    • "Ci sono tanti problemi, iniziamo a coprire le buche a Napoli"

    • Chi diffamerà Napoli sarà querelato. Giletti: "Iniziativa triste"

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento