Villaricca, rapinano un'auto ma a bordo c'è una bimba: la madre si getta sul veicolo

I fatti risalgono a marzo: con lo stratagemma di un finto tamponamento i due - arrestati - costrinsero la donna a scendere, per poi appropriarsi dell'automobile. Ma a bordo c'era la piccola di 21 mesi

Nella mattinata odierna, nell' ambito di un' indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i Carabinieri della Compagnia di Marano e della Stazione di Villaricca, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di misura cautelare in carcere,
emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di due persone, già detenute per altra causa, per il reato di rapina in concorso. Le indagini hanno consentito di raccogliere un grave quadro indiziario, avvalorato dal GIP, a carico degli indagati, ritenuti responsabili della rapina awenuta a Villaricca il 28 marzo scorso quando, mentre uno dei complici convinceva una donna a scendere dalla propria autovettura con uno stratagemma (finto tamponamento), l'altro saliva velocemente a bordo del veicolo, all'interno del quale si trovava la figlia minore della vittima (21 mesi) e si dava alla fuga, trascinando per diversi metri la donna che, allo scopo di impedire la sottrazione del veicolo, si aggrappava allo sportello dello stesso.

Il mezzo veniva abbandonato dopo pochi chilometri, con la neonata a bordo che, nella circostanza, non riportava alcun trauma.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Lutto nel mondo della medicina napoletana, muore improvvisamente Paolo Mercogliano

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento