Nascondeva nel furgone arnesi da scasso: denunciato 39enne

I Poliziotti hanno trovato anche una ricetrasmittente e, nel vano posteriore, una botola posizionata sul pianale utilizzata per poter accedere alla strada dall'interno del veicolo

Gli agenti del Commissariato di Polizia Ponticelli hanno denunciato un uomo di 39 anni, per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Stanotte gli agenti nel percorrere il Corso Protopisani hanno notato un uomo in un furgoncino che tentava di nascondersi al suo interno. Insospettiti, hanno fermato l’uomo e controllato il furgone trovandovi una ricetrasmittente, arnesi atti allo scasso ma soprattutto, nel vano posteriore, una botola posizionata sul pianale utilizzata per poter accedere alla strada dall’interno del veicolo.

Con il personale tecnico del Comune di Napoli, gli agenti hanno sequestrato un generatore ed altri arnesi atti allo scasso rinvenuti nelle fognature poco distanti dal furgone.

Per l’uomo di 39 anni è scattata la denuncia mentre materiale e furgone sono stati sequestrati.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Amministrative 2017, si vota per i ballottaggi | LA DIRETTA

    • Cronaca

      Via Terracina, ritrovato il cadavere di un uomo impiccato

    • Incidenti stradali

      Incidente sulla Salerno-Reggio Calabria: morti padre e figlio di Pomigliano

    • Cronaca

      La denuncia di Borrelli: "Blatte al Loreto Mare" | VIDEO

    I più letti della settimana

    • Sesso in pubblico, nuovo scandalo dopo quello di piazza San Domenico

    • Ciro a Mergellina, dal Comune stop a tavolini e ombrelloni

    • Incidente sulla Salerno-Reggio Calabria: morti padre e figlio di Pomigliano

    • Ucciso e seppellito in un terreno, arrestate tre persone per l'omicidio di Vincenzo Amendola

    • Dramma in via Napoli: trovato il cadavere di una donna incinta all'ottavo mese

    • Sesso orale in Piazza San Domenico, fermata la protagonista del video

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento