Funicolare Centrale, il consigliere Coppeto: "Nessun problema, riapertura per il 24 luglio"

Il consigliere comunale e membro della Commissione comunale Infrastrutture fa il punto: "Ci sono stati lievi ritardi, ma tutto nella norma. Il 21 terminerà il pre-esercizio, si farà una rapida valutazione e poi si riaprirà". Su Anm: "Servono fondi"

La riapertura della Funicolare Centrale era in programma per i primi giorni di giugno, dopo i lavori strutturali durati 300 giorni. La data è stata poi cambiata in corsa, più e più volte, fino all'ultima: la funicolare centrale riaprirà entro il 24 luglio. Sull'argomento abbiamo interpellato Mario Coppeto, consigliere comunale (Napoli in Comune a Sinistra) e membro della Commissione comunale Infrastrutture e Lavori pubblici - che in passato ha effettuato anche verifiche in prima persona. "Mi sento di confermare la data del 24 luglio come data ultima e definitiva", spiega Coppeto. "Il 21 luglio terminerà il pre-esercizio (ultima fase di rodaggio per i lavori già ultimati, ndr) e l'USTIF (ufficio del Ministero dei Trasporti Pubblici incaricato delle verifiche ai lavori, ndr) accerterà il buon esito dei lavori. A quel punto l'Anm relazionerà in Comune con i risultati dell'Ustif e il Comune procederà alla riapertura che è di sua esclusiva competenza. Speriamo e crediamo che sia tutto a posto". 
Il ritardo a cosa è dovuto?
"La società che effettua i lavori, la Leitner, è una ditta molto seria e competente in materia. I ritardi sono, diciamo così, fisiologici, e comunque modesti. Capiamo la natura delle critiche, molti commercianti della zona vogliono la riapertura, lamentano legittimamente disagi, e noi stiamo facendo di tutto per garantirla e non rimandarla nuovamente. C'è stato un ritardo nei pagamenti da parte di Anm, ma questo non ha rappresentato un intoppo: i lavori sono stati complessi e hanno riguardato l'intera tratta. Non solo manutenzione ma anche riqualificazione delle stazioni, delle banchine". 
Le chiedo una possibile soluzione su Anm. Il trasporto pubblico in città è ormai una chimera, tra chiusure anticipate della metropolitana, orari estivi, autobus a singhiozzo. Come state lavorando per risolvere il problema?
"Dobbiamo anzitutto mettere in sicurezza i conti dell'Anm, cercare di salvarla, e abbiamo dato, come consiglio comunale, 60 milioni di euro in beni per la patrimonializzazione. Ora si tratta di aspettare il lavoro del nuovo amministratore unico, un lavoro complicato, e poi dovremmo intenderci - e questo è quello su cui stiamo lavorando - con Governo e Regione per ottenere fondi per il trasporto pubblico locali: solo così potremmo acquistare nuovi autobus, procedere alle assunzioni e migliorare il servizio pubblico. Bisogna lavorare". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Studentessa fuorisede violentata, arrestati un 21enne ed un 25enne

  • Cronaca

    Spari in via Carbonara, a fuoco il portone di un edificio

  • Cronaca

    Tragedia nel Porto, le condizioni della donna ferita sono critiche

  • Cronaca

    "Spero che ti violentino, stai attenta": offese shock contro Alessandra Clemente

I più letti della settimana

  • Lettera choc di un turista: "Degrado orripilante a Napoli, non pago la tassa di soggiorno"

  • Calciomercato Napoli 2018-2019: trattative, acquisti e cessioni

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dall'18 al 22 giugno 2018

  • Estate 2018 all'insegna delle piogge atlantiche: previsioni da incubo per i vacanzieri

  • Gordon Ramsay in vespa rosa a Napoli

  • "Resterai sempre nel mio cuore": la fidanzata ricorda Agostino, ucciso in via Coroglio

Torna su
NapoliToday è in caricamento