Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Funerali tabaccaio, le figlie: "Eri troppo giusto per questa terra"

 

"Sei l'uomo più importante della nostra vita. Proteggici da lassù". Momenti di fortissima commozione a Calvizzato, durante il funerale di Ulderico Esposito, il tabaccaio morto in seguito a un'aggressione subita a Chiaiano. La moglie e le due figlie, Lucia e Alessia, hanno voluto dedicargli lettere di addio. "Scrivo questa lettera ancora incredula. E' tutto così surreale Papà, che tu non ci sei più. Ma sappiamo Papà che tu sei in paradiso con Gesù e i suoi angeli perché lui vuole sempre i migliori con se. Tu non eri di questa terra, eri troppo giusto...Sei volato in cielo da eroe coraggioso e sincero. Il tuo grido non è stato ascoltato...Avevamo ancora tanti momenti belli da vivere insieme, ma tu da lassù ci proteggerai e non staremo mai sole. Le tue carezze e i tuoi dolci baci ci avvolgeranno e ci sentiremo sempre vicino a te. Noi 4 contro tutto e tutti".

E' stata letta anche una lettera immaginaria del nipotino di Ulderico Esposito, il piccolo Samuele, 23 mesi appena. Samuele è stato il primo e attesissimo nipote maschio: "Nonno ho solo 23 mesi, ma hai riempito questa vita più di chiunque altro. Voglio ricordarti allegro e pazzarello. Vai dai miei amici angeli ancora non nati e digli che la vita è meravigliosa se condivisa con persone come te. Buon viaggio". 

funerale tabaccaio ragazzo di colore-2

La morte del tabaccaio originario di Mugnano, causata dall'aggressione di un uomo nigeriano, ha inasprito le polemiche tra chi propende per una maggiore integrazione dei migranti e chi, invece, spinge per la chiusura dei porti e il rimpatrio. Per questo moitvo è apparsa significativa la presenza di un giovane di colore nel coro della Chiesa Santa Maria delle Grazie. Un simbolo di pace, forse, per richiamare la necessità di una giustizia che non sappia di odio e di vendetta.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento