Folla ai funerali di Claudio Volpe, il parroco: "Carceri devono rieducare, non essere luoghi di morte"

A Pianura l'ultimo saluto al 34enne morto a Poggioreale domenica scorsa. Prosegue intanto l'inchiesta su quanto gli è accaduto

Foto dal video di Pietro Ioia (Ex Don)

Si sono celebrati stamane, nella chiesa di Sant'Ignazio a Pianura, i funerali di Claudio Volpe , il 34enne che ha perso la vita domenica scorsa nel carcere di Poggioreale, dov'era detenuto. Centinaia le persone presenti a comporre la commossa folla che ha salutato per l'ultima volta l'uomo.

I familiari hanno ribadito la loro versione, ovvero che Volpe è stato assistito male nel penitenziario partenopeo. Lo stesso parroco, durante l'omelia, ha sottolineato che il carcere deve essere un luogo di reinserimento sociale per i detenuti, di rieducazione, e non di morte.

Presente anche una delegazione dell’associazione degli Ex Detenuti Organizzati Napoli, presieduta da Pietro Ioia.

La moglie: "Era un uomo buono, non meritava questo"

I parenti dell'uomo sottolineano che a causa di un problema di sovrappeso Volpe si sarebbe dovuto sottoporre ad un intervento, eventualità rigettata dal carcere. Il 34enne giovedì – quando ha visto per l'ultima volta la moglie Valentina – stava bene. Ha avuto la febbre nei tre giorni successivi, fino alla morte.

Intanto la procura ha aperto un'inchiesta sulla vicenda: cinque persone sono al momento iscritte nel registro degli indagati. Il reato ipotizzato è omissione di soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Pioggia e vento su Napoli e Campania, prorogata l'allerta meteo

  • Nuova allerta meteo gialla su Napoli e provincia per 24 ore

Torna su
NapoliToday è in caricamento