Doppietta a canne mozze nascosta in un barile: la scoperta in un maneggio

I Carabinieri hanno rinvenuto una doppietta a cani esterni calibro 16 con matricola abrasa e resa a canne mozze, nonché 7 cartucce per l’arma, di cui 2 erano nella doppietta, carica

La doppietta sequestrata dai Carabinieri

I Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Nola hanno arrestato questa mattina a Tufino un 50enne del luogo, già noto alle forze, titolare di un maneggio della zona.

A seguito di una perquisizione effettuata nel maneggio, i militari dell’Arma hanno rinvenuto occultati in un barile una doppietta a cani esterni calibro 16 con matricola abrasa e resa a canne mozze, nonché 7 cartucce per l’arma, di cui 2 erano nella doppietta, carica.

La perquisizione è stata estesa anche all’abitazione di residenza del 50enne, dove sono state rinvenute e sequestrate 2 tessere di riconoscimento di una società che fornisce servizi di sicurezza, che erano contraffatte e riportavano il nome dell’arrestato.

Sopo le operazioni di rito, l'uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

Torna su
NapoliToday è in caricamento