Vigilantes ucciso, la madre di uno dei fermati: "Ho detto a mio figlio che non mi vedrà più"

"Dei bambini hanno portato via mio padre. Chiediamo giustizia, devono pagare"

"Ho detto a mio figlio che ora non mi vedrà più. Io non ci volevo credere che avevano fatto una cosa così assurda. Anche se lui ha guardato solamente, perché io non ci credo che lui ha colpito, ma deve pagare il suo reato. Non ha voluto studiare, lo stavo mandando in Germania a lavorare. Era l'unico modo per salvarsi", ha dichiarato in una intervista a Repubblica la 45enne, madre di uno dei tre ragazzi fermati per l'omicidio di Franco Della Corte, il vigilantes ucciso a colpi di bastone davanti alla fermata della metro di Piscinola.

La baby gang voleva portare via alla guardia giurata la pistola, per poi rivenderla a 500-600 euro. Ad ideare il piano, secondo quanto trapela il più piccolo del gruppo. 

"Se mio figlio ha sbagliato deve pagare. Sono quattro le famiglie distrutte", sono le parole di un altro dei genitori dei giovanissimi coinvolti. Sconvolto anche il padre della giovane promessa del calcio coinvolta nell'aggressione: "Davvero mio figlio ha fatto questo. Stava per avere il contratto da una squadra di serie B".

I familiari del vigilantes

"A 16 anni giocavo pallone, avevo paura di toccare la pistola, non mi sarebbe mai venuto in mente, che sarebbe potuto accadere qualcosa del genere. Dei bambini hanno portato via mio padre. Chiediamo giustizia, devono pagare", sono invece le parole dei figlio di Franco Della Corte, ancora sconvolto per quanto accaduto al padre.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

Torna su
NapoliToday è in caricamento