Un assegno da 31mila euro per la famiglia del vigilante ucciso

"Sono fondi raccolti grazie a una sottoscrizione tra Eav e Regione Campania", spiega il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli

Napoli ha risposto nel migliore dei modi e sta continuando a farlo anche in questi giorni, dando una risposta esemplare alla violenza della baby gang che ha ucciso Francesco Della Corte nella stazione di Piscinola”. Lo riferisce il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, sottolineando che “il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio, ha annunciato che, nei prossimi giorni, sarà consegnato un primo assegno da 31.000 euro alla famiglia Della Corte, anche se la raccolta fondi non si ferma ancora”.

“Sono soldi raccolti grazie alla sottoscrizione avviata da Regione ed Eav” ha aggiunto Borrelli per il quale “è un segnale di vicinanza che arriva a una famiglia distrutta da una tragedia immane e che dimostra il grande spirito di solidarietà che anima tanti campani visto che la somma è stata raccolta nel giro di un paio di settimane". 

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

Torna su
NapoliToday è in caricamento