Forno di un pastificio usato per bruciare rifiuti: la scoperta

Denunciato un 88enne incensurato di Marigliano. Sequestrata la struttura con una canna di 20 metri d'altezza

Una volta veniva utilizzato per cuocere il pane. Adesso è diventato un inceneritore di rifiuti domestici. È quello che hanno scoperto i carabinieri della stazione di Marigliano che hanno denunciato un 88enne incensurato del posto. I militari sono stati avvisati da alcuni abitanti del centro città che vedevano delle colonne di fumo nero alzarsi nel centro città accompagnate cattivi odori.

La scoperta 

Così si sono recati sul posto e hanno scoperto che un vecchio forno di un pastificio adesso era diventato un inceneritore di rifiuti. Lo hanno confermato anche alcuni testimoni che hanno permesso ai militari di risalire alla fonte dei roghi. Si trattava di un forno con una canna dell'altezza di circa 20 metri da dove venivano espulsi i fumi che arrivavano nell'atmosfera. All'interno del forno sono stati ritrovati resti di rifiuti di ogni tipo. Di solito venivano bruciati rifiuti agricoli e domestici. L'intera struttura è stata sequestrata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

  • Lieto fine per il 30enne scomparso da Napoli: è stato ritrovato

Torna su
NapoliToday è in caricamento