#fiumeinpiena: il 16 novembre mobilitazione contro la devastazione ambientale

La protesta che ha travolto le province di Napoli e Caserta arriva in città: appuntamento a piazza Borsa alle ore 14.30. "Uniamo le forze per gridare Stop Biocidio e diventare protagonisti del cambiamento"

#fiumeinpiena, logo

E' pronta a travolgere anche la città la mobilitazione che in queste ultime settimane ha letteralmente travolto le province di Napoli e Caserta. A decine di migliaia i cittadini sono scesi in piazza contro la devastazione ambientale e l'emergenza sanitaria di cui è vittima il territorio e i tempi sono finalmente maturi per coinvolgere la città, che fino ad oggi è rimasta un po' ai margini.

L'appuntamento è fissato per il 16 Novembre a Napoli, piazza della Borsa (Bovio) alle ore 14.30.

"Saremo un #fiumeinpiena" dicono gli organizzatori (tutti giovanissimi), lanciando un 'hashtag' che in rete si sta diffondendo in maniera virale.

"In continuità con le manifestazioni della provincia - scrivono i promotori dell'inziativa su facebook -, è giunto il momento che il capoluogo campano ospiti una grande manifestazione pubblica per gridare un deciso STOP al BIOCIDIO della nostra terra, per passare in maniera decisa da vittime a protagonisti di un percorso che rivoluzioni l’attuale modello di sviluppo. Sentiamo la responsabilità, come cittadini campani, di scendere in strada chiedendo a tutti di unirsi consapevoli del fatto che nelle diverse competenze, nei diversi modi di essere e di porsi dei vari gruppi presenti sul territorio, ci sia la ricchezza e il valore necessario al conseguimento degli obiettivi proposti.
Una manifestazione onnicomprensiva, in cui ognuno possa esprimere a suo modo la propria partecipazione.
Tutti uniti per essere più forti, per non far spegnere i riflettori su questa drammatica questione e pretendere giustizia.

Insieme facciamo sentire la nostra voce di protesta pacifica e apartitica per ribadire la nostra sete di verità e di riscatto: chiediamo giustizia, che vengano individuati e mandati via i responsabili , le braccia, le menti e tutti coloro che hanno consentito questa vergogna. Vogliamo decidere noi tutti, il Piano di Gestione dei Rifiuti in Campania per ribadire definitivamente:
- Stop ai roghi, agli sversamenti e ai traffici di rifiuti tossici!
- No agli inceneritori e ad ogni forma di combustione dei rifiuti.
-Sì alle BONIFICHE solo dopo aver bloccato le attività illecite e solo sotto il controllo delle comunità.
-Sì all’inviduazione dei suoli contaminati, alla tutela e alla promozione del settore agroalimentare sano campano.
-No all’ attuale piano di gestioni rifiuti della regione Campania".

L'appello ad unire le forze: "Ci rivolgiamo ai semplici cittadini che hanno a cuore le sorti di questa terra e dei suoi abitanti, ai comitati che da anni lottano per diffondere consapevolezza e tutelare il territorio, alle associazioni e ai singoli che combattono dal basso, alle comunità religiose sostenute dalla speranza della fede e a tutti coloro che anche da lontano hanno appreso solo di recente lo scempio perpetrato in questi luoghi : il nostro appello è rivolto a tutte le forze che sentono di potersi impegnare per questa battaglia. Ciò che chiediamo va al di là della semplice partecipazione. Pensiamo sia necessario un supporto fattivo nell’ organizzazione e nella promozione dell’evento. Uniamoci affinché la nostra voce possa arrivare più forte e compatta che mai, uniamoci in modo da evitare l’ennesima guerra tra vittime!
È questo il momento giusto per aggregare le forze di tutte le realtà che da anni convivono con questi problemi, dalla Terra dei fuochi a Terzigno e Boscoreale, da Chiaiano a Caserta, da Napoli EST a Fragneto Monforte, da Avellino a Serre e a Bagnoli, da Salerno a Santo Stefano del Sole fino a Sant’Angelo dei Lombardi
Il biocidio campano è un problema nazionale. IO CI STO! DICO BASTA!"

AGGIORNAMENTO, CAMBIO PIAZZA: IL CORTEO PARTIRA' DA PIAZZA MANCINI.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nome della presunta amante di Stefano De Martino dato in pasto ai media: "Questa ragazza è disperata"

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

  • Chiude la Gelateria "La Scimmia" di piazza Carità: era aperta dal 1933

Torna su
NapoliToday è in caricamento