Il 6 marzo la firma per l'abbattimento delle Vele di Scampia

Il sindaco de Magistris sarà a Roma tra pochi giorni per siglare il progetto di riqualificazione urbana del quartiere

Finalmente c’è una data per la riqualificazione di Scampia: il 6 marzo il sindaco di Napoli Luigi de Magistris andrà a Roma per firmare l’intesa sull'abbattimento delle Vele e per il via libera al progetto di rigenerazione urbana. L’annuncio è arrivato dallo stesso primo cittadino che ha approfittato dell’inaugurazione del nuovo campetto di calcio realizzato dal Comune a Scampia. Lo “Scampia Stadium” è stato costruito con l'utilizzo di risorse del Piano Azione Giovani - Sicurezza e Legalità erogate dal ministero dell'Interno, nell'ambito dell'iniziativa 'Io gioco legale'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l’inaugurazione i bambini hanno approfittato per utilizzare subito il campo e giocare una partita a calcio. A margine, l’annuncio sull’abbattimento delle Vele e su un’altra iniziativa di riqualificazione del quartiere: sarebbe in dirittura d’arrivo il progetto relativo alla costruzione dell’Università a Scampia. Il sindaco ha assicurato che “gli ultimi problemi sono stati risolti. L'Università è un ulteriore tassello fondamentale per il rilancio dell'area".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento