Gli affiliati dei Longobardi-Beneduce tornano dal carcere: fuochi d'artificio e neomelodici a Pozzuoli

Festa a Monterusciello per il ritorno, dopo 10 anni di galera, di due condannati per estorsione e spaccio di droga

A Monterusciello, per la scarcerazione di due affiliati ai clan Longobardi e Beneduce, è scattata una vera e propria festa con tanto di fuochi d'artificio e concerto di cantanti neomelodici.

Come riferito dal Mattino, il ritorno a casa di due pregiudicati è stato salutato dai familiari e dai loro amici con brindisi e con l'esibizione di alcuni cantanti.

Nonostante il divieto disposto con un'ordinanza del sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, sono stati esplosi anche fuochi d'artificio.

I due pregiudicati avevano scontato una condanna a quasi 10 anni di carcere per estorsione e spaccio di droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

  • Ancelotti rompe il silenzio, il messaggio sui social dopo l'esonero

Torna su
NapoliToday è in caricamento