Gli affiliati dei Longobardi-Beneduce tornano dal carcere: fuochi d'artificio e neomelodici a Pozzuoli

Festa a Monterusciello per il ritorno, dopo 10 anni di galera, di due condannati per estorsione e spaccio di droga

A Monterusciello, per la scarcerazione di due affiliati ai clan Longobardi e Beneduce, è scattata una vera e propria festa con tanto di fuochi d'artificio e concerto di cantanti neomelodici.

Come riferito dal Mattino, il ritorno a casa di due pregiudicati è stato salutato dai familiari e dai loro amici con brindisi e con l'esibizione di alcuni cantanti.

Nonostante il divieto disposto con un'ordinanza del sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, sono stati esplosi anche fuochi d'artificio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due pregiudicati avevano scontato una condanna a quasi 10 anni di carcere per estorsione e spaccio di droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento