Bloccata tra le porte del treno e trascinata per 80 metri: "C'è un video"

Il presidente dell'Eav Umberto De Gregorio fa sapere che è stata avviata un'inchiesta interna, parallela a quella giudiziaria, per far luce sul ferimento di una 35enne di origini marocchine avvenuto nella stazione Circum di Torre del Greco

(foto di repertorio)

"Siamo vicini alla signora trentacinquenne ricoverata al Cardarelli dopo un brutto incidente avvenuto presso la stazione della Circumvesuviana di Torre del Greco in Via del Monte intorno alle ore 13". Così il presidente dell'Eav, Umberto De Gregorio, torna sulla vicenda che ha visto ieri coinvolta una 35enne di origini marocchine, rimasta incastrata tra le porte del treno della Circumvesuviana. La donna ha riportato gravi ferite ed è salva solo grazie al doppio intervento di un passeggero appena uscito dal convoglio - che ha attutito i colpi - e di una persona all'interno del treno, che ha azionato il freno d'emergenza. 

Incastrata e trascinata mentre scendeva dal treno

Secondo la ricostruzione che fa De Gregorio, "la donna è scesa dal treno dopo il segnale di chiusura delle porte dato dal capotreno ed è rimasta imbrigliata nelle porte stesse e trascinata dal treno per circa 80 metri". L’autorità giudiziaria sta svolgendo le indagini del caso. "EAV ha avviato una inchiesta interna per ed ha messo a disposizione dell’autorità giudiziaria le immagini che riprendono la scena. Siamo in contatto con l’ospedale Cardarelli per seguire l’evoluzione delle gravi condizioni della incidentata che ci auguriamo evolvano in modo positivo", conclude De Gregorio. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Napoletana denunciata a Varese: documenti falsi per un finanziamento

  • Incidente sull'Asse Perimetrale, muore un giovane in scooter

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Un Posto al Sole non andrà in onda venerdì 13: le ragioni

Torna su
NapoliToday è in caricamento