Ferimento Arturo: niente riformatorio per il 14enne

Il gip ha ritenuto credibile la ricostruzione della difesa secondo cui il giovane era a giocare a calcio al momento del raid

Non ci sono abbastanza indizi per disporre il riformatorio giudiziario per il 14enne ritenuto uno dei membri della baby gang che accoltellarono il 17enne Arturo a via Foria un anno e mezzo fa. A deciderlo è stato il Gip del tribunale dei Minorenni di Napoli, Angela Draetta che ha rigettato l'istanza inoltrata dalla procura di Napoli. Secondo il magistrato “tutti quanti gli elementi indiziari sono ritenuti da questo giudice insufficienti per poter fondare un giudizio di responsabilità al di là di ogni ragionevole dubbio”. Queste le parole scritte nell'ordinanza dal giudice che non ha ritenuto di disporre la misura afflittiva ai danni del ragazzo che al momento dei fatti aveva 12 anni e non era imputabile.

La tesi difensiva 

Il magistrato ha ritenuto credibile la ricostruzione alternativa fornita dai legali del giovane secondo cui al momento del raid si trovava a giocare una partita in un campo di calcio lontano dal luogo del delitto. “Dal complesso degli elementi acquisiti è invece prospettabile una ricostruzione alternativa della condotta del ragazzo” non accogliendo l'ipotesi accusatoria formulata dalla procura di Napoli che ha accusato il giovanissimo di tentata rapina, tentato omicidio e porto abusivo di coltelli. Per il raid del 18 dicembre 2017 sono stati condannati tre ragazzi minorenni a nove anni di reclusione dal tribunale dei Minorenni di Napoli.

Le parole di Arturo 

Potrebbe interessarti

  • Tutto quello che ancora non sapete sul bicarbonato di sodio

  • Bolletta dell'elettricità: tutti i trucchi per risparmiare

  • Quanto si deve davvero aspettare per fare il bagno a mare dopo aver mangiato?

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Concorsone Regione Campania, pubblicati i primi due bandi

Torna su
NapoliToday è in caricamento