Espulsi i migranti che votarono alle primarie Pd

Negato loro l'asilo politico. Il decreto è stato notificato all'Hotel Belvedere di Ercolano, lo stesso da dove vennero accompagnati alle urne

A più di un mese dalle primarie del Pd si torna a parlare del caso scoppiato ad Ercolano e portato per la prima volta alla ribalta delle cronache da Fanpage.it che raccolse le testimonianze di alcuni migranti accompagnati a votare per Matteo Renzi non sapendo neanche cosa stesse accadendo. Del caso se ne torna a parlare oggi perché quei migranti ora hanno ricevuto un decreto di revoca delle misure di accoglienza e per questo dovranno lasciare il territorio italiano entro 15 giorni.

Il decreto con il quale è stato loro negato l'asilo politico è stato notificato presso l’hotel Belvedere che li ospita. Alla base della decisione della commissione territoriale del Ministero dell'Interno vi sarebbe il coinvolgimento dei migranti , che poi sono stati al centro della polemica politica, in una rissa scoppiata a febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

Torna su
NapoliToday è in caricamento