Seicento kg di materiale esplosivo nascosto in casa: nei guai due fratelli

Residenti a Gragnano i due, di 60 e 57 anni, sono stati denunciati. Il materiale è stato sequestrato e distrutto

Del materiale esplosivo è stato ritrovato a Gragnano, nell'appartamento di via Vecchia Sigliano di due fratelli di 60 e 57 anni, residenti in via Tavernola. I due dovranno rispondere di detenzione illegale di materiale esplodente.

A portare a termine il blitz nella casa dei due, denunciati, sono stati i carabinieri della stazione di Gragnano insieme ad artificieri del comando provinciale di Napoli, del nucleo cinofili di Sarno e della stazione forestale di Castellammare di Stabia.

All'interno dell'immobile, in disuso, c'erano 90 ordigni esplosivi improvvisati di tipo pirotecnico, contenenti 233 grammi l’uno di polvere esplosiva. Scoperti anche 30 pacchi di fuochi di artificio di libera vendita (categoria f1 e f2) contenenti complessivamente 600 kg di materiale esplodente. Tutto il materiale è stato distrutto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento