Boato a San Giovanni, le reazioni: "Per chi fa esplodere ordigni pene da terrorista"

I Verdi, dopo la deflagrazione che stamane in corso Protopisani ha divelto il portone di una palazzina, chiedono pene severe per chi fa esplodere "botti" degni di essere classificati come bombe

Chi fa esplodere ordigni deve essere trattato dalla giustizia alla stregua di un terrorista”. È il durissimo commento del consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli a proposito della bomba carta esplosa la scorsa notte in corso Nicolangelo Protopisani a San Giovanni a Teduccio.

La bomba ha divelto il portone di un edificio e fatto saltare pezzi di intonaco.

L'esplosione a San Giovanni a Teduccio

"Non è accettabile – spiega Borrelli insieme al consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudini – che si metta a repentaglio la vita delle persone in un modo tanto barbaro. Quei delinquenti vanno intercettati e puniti".

L'esplosione è avvvenuta intorno alle 2.30, ed ha seriamente danneggiato il cancello della palazzina di quattro piani al rione Colombo. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco, che hanno effettuato verifiche sulla stabilità dell'edificio. È caccia ad una vettura, allontanatasi di corsa dopo l'esplosione.

“Potrebbe trattarsi – vanno avanti Borrelli e Gaudini – di un atto intimidatorio legato alla criminalità organizzata ma, a prescindere dal movente, occorre fare una seria riflessione sulla disinvoltura con cui si maneggiano gli esplosivi in questa città. In queste ore si odono in continuazione le esplosioni di botti che, in molti casi, hanno potenziali simili a quelli delle bombe. Si tratta di una pratica particolarmente inquinante, al di là degli ovvi rischi per la sicurezza delle persone”. “L’auspicio è che il legislatore intervenga per parificare la posizione di chi fa esplodere bombe a quelle dei terroristi – concludono – Solo in questo modo, attraverso tolleranza zero e pene severe, si potrà debellare il fenomeno".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento