Avvocati, al via le prove scritte per l'abilitazione. Meno candidature

Da oggi e fino a giovedì 6274 candidati provenienti da Napoli, Caserta e Benevento, si misureranno con i temi del Ministero della Giustizia. Risultati tra diversi mesi, gli orali tra un anno

Toga

Iniziano oggi gli esami di abilitazione alla professione di Avvocato. Fino a giovedì la Mostra d’Oltremare ospiterà i 6274 candidati provenienti dalle province di Napoli, Benevento e Caserta che dovranno sostenere le tre prove scritte consistenti in temi le cui tracce vengono assegnate e formulate dal Ministero della Giustizia (presenti i vari aspetti del diritto: penale, civile, amministrativo, processuale)

Come riferisce il quotidiano Le Cronache di Napoli, per la prima volta si registra un leggero calo delle candidature, sono infatti all’incirca 300 in meno gli aspiranti avvocati rispetto allo scorso anno. La maggior parte dei candidati (che hanno un’età media compresa tra i 30 e i 35 anni) arriva dalla provincia di Napoli (60%), di gran lunga minore la quota casertana (30%) e beneventina (10%). A vigilare sui candidati ci saranno 17 sottocommissioni, coordinate da una commissione del Ministero della Giustizia.

Altro fatto rilevante è che una buona fetta degli aspiranti ha già tentato di superare l’esame almeno una volta e, nonostante non siano mai state denunciate irregolarità nelle procedure concorsuali, sono in molti quelli che lamentano problemi nella macchina organizzativa. Per rendersi conto delle problematiche che vivono i candidati, è sufficiente controllare i tempi di attesa per i risultati delle correzione dei soli esami scritti: diversi mesi. Le ultime prove (quelle dello scorso anno) hanno visto la stroncatura di oltre il 70 per cento dei candidati, con risultati giunti solo due mesi fa. Anche questa volta quindi, chi avrà superato le prove scritte, potrà sostenere l’esame orale tra un anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rigorosamente banditi telefoni, palmari e qualsiasi altro aggeggio tecnologico che il candidato è tenuto a consegnare durante l’identificazione o successivamente ad apporre in una busta chiusa con nome e cognome.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

Torna su
NapoliToday è in caricamento