Discariche abusive: esalazioni tossiche nel Parco del Vesuvio

Per individuare l'area è bastato notare le emissioni tossiche sprigionate dai rifiuti accumulati nel corso del tempo. Si indaga per cercare di risalire ai responsabili

Gli agenti del Corpo Forestale dello Stato hanno scoperto a San Giuseppe Vesuviano un'area di oltre 2 mila 500 metri quadrati, utilizzata per lo stoccaggio di rifiuti che emana esalazioni velenose.

L’area, che si trova in località Vasca di Pianillo, a ridosso dell'area protetta situata all'interno del Parco Nazionale del Vesuvio, è una vera e propria discarica a cielo aperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per individuarla è bastato notare le emissioni tossiche sprigionate dai rifiuti accumulati nel corso del tempo. Le esalazioni - hanno rilevato gli agenti della Forestale - non solo mettono in pericolo l'habitat delle specie animali e vegetali del Parco Nazionale del Vesuvio, ma possono causare gravissimi danni alla salute dei cittadini. Gli agenti della Forestale di San Sebastiano al Vesuvio, che hanno operato con il personale dell' Arpac, stanno indagando per cercare di risalire ai responsabili dell'abbandono dei rifiuti. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nome della presunta amante di Stefano De Martino dato in pasto ai media: "Questa ragazza è disperata"

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Addio a Mario Savino: era stato l'impresario anche di Gigi D'Alessio e Gigi Finizio

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento