Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Emergenza rifiuti, il Comune: "Colpa di Stir e scarichi abusivi"

 

Ancora cumuli di rifiuti nelle periferie di Napoli. Nonostante gli interventi straordinari dell'Asia, a Scampia e Soccavo l'emergenza non è rientrata. In via Labriola, via Roma verso Scampia, via Libero Grassi ci sono tonnellate di immondizia, così come nella periferia Ovest, in Viale Traiano e via Nerva. "Gli stir hanno rallentato a causa del blocco di una delle linee del termovalorizzatore di Acerra. - ha spiegato l'assessore all'Ambiente del Comune di Napoli Raffaele Del Giudice - I camion dei Comuni sono tutti in fila, pieni, e non riusciamo a coprire alcune zone. Abbiamo a terra 120 tonnellate in varie aree della città". 

A questa situazione si aggiunge un'altra criticità, quella degli sversamenti abusivi: "I cumuli si sono formati in periferie e non al centro perché in quelle aree è più semplice scaricare abusivamente. Abbiamo foto di camion da cui vengono sversate tonnellate di rifiuti. Comunque contiamo di ritornare alla normalità nel giro di 24 ore". 

Ma se il blocco di una sola linea del termovalorizzatore ha causato queste settimane di difficoltà, è lecito immaginare che il blocco totale dell'impianto di Acerra, come avverrà per 35 giorni a settembre, possa portare al collasso del sistema: "E' importante che la Regione faccia il suo compito - ha proseguito Del Giudice - bisogna attivare gli accordi interregionali per smistare fuori dalla Campania i rifiuti che in quelle settimane non potremo smaltire".  

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento