Eataly, il cibo campano invade New York: c'è anche la “Pizza in black”

Il negozio della Grande Mela ospiterà 39 aziende della regione ed i loro prodotti. Previsti momenti di formazione e di alta cucina. Lo chef Vitantonio Lombardi presenterà una nuova pizza

Pizza in Black

Saranno ben sei settimane in vetrina nel grande negozio Eataly a New York, le 39 aziende campane dell'agroalimentare che hanno vinto il bando della Regione Campania affidato a Unioncamere. L'iniziativa si svolgerà dal 15 settembre al 31 ottobre nella Grande Mela, per poi spostarsi a Chicago dall'1 al 31 ottobre.

Un momento dedicato all'export, ma anche a appuntamenti di formazione e dedicati agli chef italiani più rinomati, come Rosanna Marziale e Vitantonio Lombardi, che preparerà alcuni piatti tra cui la "Pizza in black", al carbone vegetale e con tre varianti di tartufo fresco, caviale e ricotta al pecorino. Unioncamere ha scelto, seguendo il bando della Regione, 70 imprese tra cui, poi, Eataly ne ha selezionate 39. Sarebbero dovute essere 30, ma poi gli organizzatori hanno preferito allargare il parco con altre nove tra le ditte in cui erano già stati investiti oltre 200mila dollari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente regionale di Unioncamere Maurizio Maddaloni spiega che “Unioncamere e Regione Campania sono impegnate nella promozione del settore enogastronomico in un mercato importante come quello americano”. Al contrario di altri settori, continua, “crescono l'agroalimentare e il turismo, che viene a sua volta promosso dalla visibilità della nostra gastronomia di eccellenza". Per il consigliere alle attività produttive di Caldoro, Fulvio Martusciello, si tratta di “un'altra tappa della nostra promozione del made in Campania, la valorizzazione delle nostre eccellenze e' il motore con cui facciamo ripartire il mercato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

Torna su
NapoliToday è in caricamento