Droga ordinata a telefono e lanciata dal balcone: prime condanne

Dei 15 indagati, in dieci hanno scelto di essere giudicati con rito abbreviato. In due hanno patteggiato

In due hanno chiesto l'applicazione della pena, in 10 hanno chiesto di essere giudicati con rito abbreviato mentre altri tre affronteranno il processo con rito ordinario. È questa l'evoluzione del procedimento giudiziario ai danni di 15 pusher ritenuti gli animatori di una nuova piazza di spaccio nel quartiere Rovigliano a Torre Annunziata. Coloro che hanno deciso di patteggiare hanno subito condanne a due anni e quattro mesi ed a quattro anni di reclusione.

Ad infliggerle è stato il Gup del tribunale oplontino Mariaconcetta Criscuolo. Le indagini, che portarono agli arresti nell'autunno del 2017, accertarono un totale di 150 episodi di spaccio. Cocaina e marijuana erano le droghe più vendute. Venivano ordinate per telefono e lanciate dal balcone all'arrivo dello squillo del cliente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

  • "Non voglio andare al Loreto Mare, portatemi al Cardarelli": paziente prende a testate l'autista del 118

Torna su
NapoliToday è in caricamento