Sorrento, nascondeva droga nelle reti da pesca: arrestato 23enne

Il giovane, condannato ad 1 anno e 6 mesi di reclusione, è figlio di un pescatore della zona. Spacciava marijuana e hashish

Reti da pesca

R. S., 23enne figlio di un pescatore sorrentino, aveva pensato bene di nascondere alcune dosi di marijuana e hashish, oltre ad un bilancino di precisione, nelle reti da pesca utilizzate dal padre.

A scoprirlo ed arrestarlo, però, ci hanno pensato gli agenti del Commissariato di Polizia “Sorrento” che hanno sorpreso lo spacciatore mentre riforniva di droga alcuni giovani minorenni.

I poliziotti, sono riusciti abilmente, confondendosi tra la folla, a cogliere di sorpresa sia lo spacciatore che gli acquirenti, bloccandoli. Il giovane, è stato trovato in possesso di 6 dosi di stupefacente, oltre a delle cartine.

Gli agenti hanno esteso la perquisizione anche presso la sua abitazione rinvenendo e sequestrando, altro stupefacente ed un bilancino di precisione.

Processato con rito per direttissima, il giovane è stato condannato a scontare 1 anno e 6 mesi di reclusione, oltre al pagamento di €.3.000 di multa.

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Grave incidente a Fuorigrotta: auto si ribalta in via Terracina

  • Cronaca

    Accoltella all'improvviso un altro passeggero: video choc su bus Anm

  • Cronaca

    Volo Napoli-Cagliari colpito da un fulmine: atterraggio a Palermo

  • Cronaca

    Stesa a San Giovanni a Teduccio, colpi di pistola contro un'abitazione

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2018-2019: trattative, acquisti e cessioni

  • Gordon Ramsay in vespa rosa a Napoli

  • De Laurentiis: "Il mio unico rimpianto è non aver tenuto Quagliarella"

  • L'Oroscopo dell'astrologo napoletano Franko Angelone: settimana dal 18 al 24 giugno

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 25 al 29 giugno 2018

  • Esplosione nei pressi di via Toledo: incendio e paura per gli abitanti

Torna su
NapoliToday è in caricamento