Castellammare, operazione 'Black List': in manette 4 spacciatori

I carabinieri di Castellammare hanno dato esecuzione a quattro ordinanze (una nel carcere di Secondigliano). Le indagini nascono da un raid armato avvenuto nel centro della cittadina nel 2017

Nella mattinata odierna i Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione, a Castellammare di Stabia e nella Casa Circondariale di Secondigliano, ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 4 soggetti ritenuti responsabili di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

La predetta misura è esito della pronuncia della Sesta Sezione penale della Corte Suprema di Cassazione. L’indagine, coordinata dalla Procura Distrettuale partenopea e condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia stabiese, ha avuto inizio nel settembre del 2017 all’indomani di un raid armato avvenuto nel centro storico di Castellammare di Stabia in cui erano rimasti feriti, a colpi d’arma da fuoco, due pregiudicati di zona responsabili di aver aggredito poco prima uno spacciatore che aveva utilizzato altri canali di approvvigionamento dello stupefacente.

La conseguente attività investigativa, compiuta attraverso attività tecniche, servizi di osservazione e pedinamento e l’escussione di numerosi assuntori di stupefacente, ha consentito non solo di ricostruire meticolosamente la vicenda genesi dell’indagine e di eseguire ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei cinque responsabili ma anche di accertare l’esistenza e la fruttuosa operatività di una piazza di spaccio nel centro antico di Castellammare di Stabia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’esito delle operazioni il provvedimento è stato notificato all’indagato detenuto presso la Casa Circondariale di Secondigliano mentre gli altri tre arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Napoli Poggioreale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Nuova ordinanza di De Luca: pubblicato il testo e le linee guida (I DOCUMENTI)

Torna su
NapoliToday è in caricamento