Droga e armi in un rudere abbandonato: sequestri e denunce

La droga era nascosta tra alcune cassette di plastica per alimenti

I Carabinieri della stazione di Gragnano hanno rinvenuto in un rudere abbandonato 4 chili e 720 grammi di marijuana avvolti in 12 involucri. La droga era nascosta tra alcune cassette di plastica per alimenti.

Nello stesso stabile diroccato, i militari hanno rinvenuto due ordigni esplosivi artigianali collegati tra loro e 15 cartucce per fucile calibro 12. Le bombe, contenenti circa 1 chilo e 200 grammi di polvere pirica ad alto potenziale, sono state fatte brillare dagli artificieri del Comando provinciale di Napoli.

Poco distante è stata scoperta anche una piantagione di cannabis composta da 120 piante di altezza variabile tra i 2 e i 3 metri.

VIDEO - LA SCOPERTA DEI CARABINIERI

Nell’ambito della stessa attività, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà per porto abusivo di armi e munizionamento un 73enne di Pimonte già noto alle forze dell'ordine, sorpreso con un fucile monocanna calibro 12 e 40 cartucce. Stessa sorte per un incensurato 42enne, segnalato all’autorità giudiziaria per custodia di armi da fuoco non conforme alle prescrizioni imposte dalla normativa.

Denunciati anche due coniugi di Gragnano, di 71 e 68 anni, per coltivazione di sostanze stupefacenti. Entrambi pensionati, coltivavano nel loro fondo agricolo una pianta di cannabis alta 2 metri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento