Colonnine per il carburante truccate: maxi-sequestro della Finanza

Sotto sequestro un distributore di carburante, una colonnina erogatrice, una cisterna interrata e quattromila litri di gasolio

Il contatore della colonnina girava a vuoto anche quando la pistola per l'erogazione del carburante era stata estratta dal serbatoio e così i clienti si trovavano a pagare molto di più di quello che effettivamente gli era stato erogato. È solo una delle scoperte fatte dai finanzieri del comando provinciale di Napoli insieme ai colleghi di Nola e di Portici.

Proprio nella città nolana e a San Giorgio a Cremano sono stati sequestrati, in due distinti interventi, un distributore di carburante, una colonnina erogatrice, una cisterna interrata e quattromila litri di gasolio. A Nola la colonnina contometrica era truccata per truffare i consumatori e far aumentare il prezzo dell'erogazione. A San Giorgio invece erogava il gasolio in quantità inferiore rispetto alle norme di tolleranza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Forti temporali in arrivo, la Protezione Civile dirama l'allerta meteo

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento