Colonnine per il carburante truccate: maxi-sequestro della Finanza

Sotto sequestro un distributore di carburante, una colonnina erogatrice, una cisterna interrata e quattromila litri di gasolio

Il contatore della colonnina girava a vuoto anche quando la pistola per l'erogazione del carburante era stata estratta dal serbatoio e così i clienti si trovavano a pagare molto di più di quello che effettivamente gli era stato erogato. È solo una delle scoperte fatte dai finanzieri del comando provinciale di Napoli insieme ai colleghi di Nola e di Portici.

Proprio nella città nolana e a San Giorgio a Cremano sono stati sequestrati, in due distinti interventi, un distributore di carburante, una colonnina erogatrice, una cisterna interrata e quattromila litri di gasolio. A Nola la colonnina contometrica era truccata per truffare i consumatori e far aumentare il prezzo dell'erogazione. A San Giorgio invece erogava il gasolio in quantità inferiore rispetto alle norme di tolleranza.

Potrebbe interessarti

  • Tutto quello che ancora non sapete sul bicarbonato di sodio

  • Bolletta dell'elettricità: tutti i trucchi per risparmiare

  • Quanto si deve davvero aspettare per fare il bagno a mare dopo aver mangiato?

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Concorsone Regione Campania, pubblicati i primi due bandi

Torna su
NapoliToday è in caricamento