Dirigente Asl di Ercolano chiedeva mazzette a un albergatore: arrestato

L'uomo avrebbe chiesto duemila euro per "evitare" ispezioni Asl e chiesto al titolare della struttura l'assunzione di una persona di fiducia. L'albergatore ha denunciato, il dirigente è stato arrestato in flagranza

Un dirigente dell'Asl Napoli 3, responsabile dell'Unità Operativa 55 di Ercolano, è stato tratto in arresto lo scorso 5 agosto. Lo si apprende dalla Guardia di Finanza - Comando Provinciale di Napoli.

L'uomo avrebbe chiesto una "mazzetta" di duemila euro al proprietario di una struttura alberghiera nella zona costiera, per "accomodare" le ispezioni Asl. Il titolare dell'albergo ha immediatamente denunciato la richiesta del dirigente Asl nella Tenenza Gdf di Massa Lubrense. La Guardia di Finanza ha quindi monitorato il comportamento del dirigente durante l'incontro concordato con l'albergatore.

L'uomo - che aveva anche chiesto all'albergatore di assumere una persona di sua fiducia nella struttura alberghiera - una volta intascata la mazzetta è stato arrestato e tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento