La protesta del direttore del Cam: si ammanetta nella stanza del sindaco di Casoria

"Siamo un bene da tutelare", ha spiegato a chi lo ha raggiunto al telefono. Il museo, da lui fondato 13 anni fa, rischia la chiusura

Antonio Manfredi, direttore del Cam (Ansa)

Azione dimostrativa del direttore del Contemporary Art Museum di Casoria, Antonio Manfredi: si è ammanettato ad un termosifone nella stanza di Pasquale Fuccio, sindaco della città, in segno di protesta contro la possibile chiusura del museo da lui fondato tredici anni fa.

"Siamo un bene da tutelare", ha spiegato a chi lo ha raggiunto al telefono. Manfredi ha lanciato un sos perché possa essere scongiurata la chiusura del museo.

"Non permetterò - recita la nota diffusa da Manfredi - ancora di giocare con un museo che da tredici anni lotta per la sopravvivenza e realizza mostre contro ogni forma di sopruso sociale e culturale in una terra di camorra e di problematiche sociali spaventose".

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

Torna su
NapoliToday è in caricamento