La protesta del direttore del Cam: si ammanetta nella stanza del sindaco di Casoria

"Siamo un bene da tutelare", ha spiegato a chi lo ha raggiunto al telefono. Il museo, da lui fondato 13 anni fa, rischia la chiusura

Antonio Manfredi, direttore del Cam (Ansa)

Azione dimostrativa del direttore del Contemporary Art Museum di Casoria, Antonio Manfredi: si è ammanettato ad un termosifone nella stanza di Pasquale Fuccio, sindaco della città, in segno di protesta contro la possibile chiusura del museo da lui fondato tredici anni fa.

"Siamo un bene da tutelare", ha spiegato a chi lo ha raggiunto al telefono. Manfredi ha lanciato un sos perché possa essere scongiurata la chiusura del museo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non permetterò - recita la nota diffusa da Manfredi - ancora di giocare con un museo che da tredici anni lotta per la sopravvivenza e realizza mostre contro ogni forma di sopruso sociale e culturale in una terra di camorra e di problematiche sociali spaventose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nome della presunta amante di Stefano De Martino dato in pasto ai media: "Questa ragazza è disperata"

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Addio a Mario Savino: era stato l'impresario anche di Gigi D'Alessio e Gigi Finizio

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento