La protesta del direttore del Cam: si ammanetta nella stanza del sindaco di Casoria

"Siamo un bene da tutelare", ha spiegato a chi lo ha raggiunto al telefono. Il museo, da lui fondato 13 anni fa, rischia la chiusura

Antonio Manfredi, direttore del Cam (Ansa)

Azione dimostrativa del direttore del Contemporary Art Museum di Casoria, Antonio Manfredi: si è ammanettato ad un termosifone nella stanza di Pasquale Fuccio, sindaco della città, in segno di protesta contro la possibile chiusura del museo da lui fondato tredici anni fa.

"Siamo un bene da tutelare", ha spiegato a chi lo ha raggiunto al telefono. Manfredi ha lanciato un sos perché possa essere scongiurata la chiusura del museo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non permetterò - recita la nota diffusa da Manfredi - ancora di giocare con un museo che da tredici anni lotta per la sopravvivenza e realizza mostre contro ogni forma di sopruso sociale e culturale in una terra di camorra e di problematiche sociali spaventose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

Torna su
NapoliToday è in caricamento