Aspettava trapianto come Alex: non ce l'ha fatta la piccola Diana

La figlia di un avvocato napoletano è morta per un'infezione polmonare ieri sera a Roma

Era in attesa di un trapianto di midollo osseo ma questa notte il suo cuoricino ha smesso di battere. Non ce l'ha fatta la piccola Diana, la bambina che aveva smosso il cuore dei napoletani che avevano provato a trovarle un midollo compatibile così come successe per il piccolo Alex. Un'infezione polmonare ha stroncato il suo piccolo corpo che si è spento ieri all'ospedale Bambin Gesù di Roma.

Il ricovero

Lì era ricoverata in attesa della “buona notizia” e nell'ospedale capitolino si sarebbe dovuta eseguire l'operazione di sostituzione. La bambina era figlia di un avvocato napoletano, Michele Bisceglia, che si era battuto per la figlia dando vita a un tam-tam online per provare a trovare il midollo compatibile. Purtroppo ieri sera le sue speranze si sono infrante trasformandosi nel più inaccettabile dei lutti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

Torna su
NapoliToday è in caricamento