"Rapinato mentre portavo i soldi in banca": tabaccaio denunciato per simulazione di reato

A smentire il racconto del 37enne sono bastate le registrazioni delle camere di sorveglianza lungo il percorso che avrebbe dovuto portarlo in filiale

Denunciato dai carabinieri per simulazione di reato. È quanto accaduto ad un 37enne incensurato di San Sebastiano al Vesuvio, titolare di una tabaccheria a Cimitile.

Secondo quanto accertato dai militari, l'uomo avrebbe denunciato - circa 20 giorni fa - una rapina in realtà mai avvenuta, questo anche scendendo nei particolari: nel suo racconto due malviventi in sella ad una moto armati di pistola, gli avevano sottratto 12mila euro che stava andando a depositare in una banca di Nola.

A smentire il racconto del 37enne sono bastate le registrazioni delle camere di sorveglianza lungo il percorso che avrebbe dovuto portarlo in banca, le quali hanno dimostrato che non era mai passato di lì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento