Ladri d'auto in manette: utilizzavano un dispositivo jammer

Di 52 e 34 anni, già noti alle forze dell'ordine, avrebbero messo a segno diversi colpi nel Vesuviano

Mettevano a segno i loro furti d'auto, tutti nell'area del Vesuviano, grazie ad un jammer, apparecchiatura utilizzata per clonare le chiavi elettroniche delle vetture. È l'ipotesi di reato che ha portato i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata - insieme ai colleghi del nucleo cinofili - a denunciare a piede libero due persone tra Boscotrecase e Boscoreale di 52 e 34 anni.

I due, entrambi già noti alle forze dell'ordine, sono ritenuti responsabili di furto in concorso. Durante le perquisizioni personali e delle loro auto, i militari hanno rinvenuto e sequestrato lo jammer e due chiavi elettroniche per auto presumibilmente utilizzati per il furto di veicoli.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Dieta: 7 alimenti che credi facciano dimagrire e invece fanno ingrassare

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Ancelotti furioso al Franchi, voci di esonero per Sarri: inizio col botto in Serie A

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento