Il questore De Iesu: "Negli occhi dell'accoltellatore di Arturo c'era tenerezza"

Intervenuto a una manifestazione in memoria di Attilio Romano, vittima innocente di camorra, De Iesu ha detto che "viste le fotografie dell'accoltellatore a un anno, si nota la stessa tenerezza che c'era in tutti i bambini"

"Gli occhi dell'accoltellatore di Arturo a un anno avevano la stessa tenerezza di mio figlio". Lo ha detto il questore di Napoli Antonio De Iesu, intervenuto all'iniziativa "Giornata del dialogo sulla legalita'", in nome di Attilio Romano, vittima innocente di camorr. "Cosa accade nelle vite di quei bambini quando crescono? C'è un vuoto, qualcosa che non va nelle famiglie, nel contesto in cui vivono", afferma il questore. "E a questo punto le sanzioni non bastano, non si può pensare di risolvere la situazione privando della libertà un ragazzino". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

  • Sciopero Trasporti a Napoli il 10 dicembre: gli orari di Anm

Torna su
NapoliToday è in caricamento