La storia dei crolli a Palazzo San Giacomo: è allarme

Al terzo piano è crollata una parte del contro-soffitto. Ad agosto cedette un lampadario nell'androne centrale. Nel fine settimana è stata recintata una statua storica. La storia dei crolli

Ancora un crollo nella sede del Comune di Napoli. A Palazzo San Giacomo è crollato una parte del contro-soffitto al terzo piano. È stato necessario interdire il ballatoio e l'area è stata transennata. L'area era già stata ritenuta a rischio dopo un'ispezione di agosto. Ad effettuarla furono i periti del Comune e di NapoliServizi a seguito del primo crollo all'interno del palazzo storico.

In quell'occasione cedette il lampadario dell'androne centrale non colpendo nessuno dei presenti per miracolo. Un altro intervento è stato realizzato nel fine settimana. Ad essere transennata è stata la statua di Rogerius presente sempre nell'androne principale. Adesso l'ultimo crollo in ordine di tempo che mette in serio allarme l'amministrazione per le condizioni generali del palazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Pioggia e temporali su Napoli e Campania: allerta meteo "gialla"

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

  • Mammografia e pap-test gratuiti e senza impegnativa a Napoli: ecco dove

  • Allerta meteo per forte vento, scuole chiuse a Napoli il 12 novembre

Torna su
NapoliToday è in caricamento