Crollo Ponte Morandi, un anno dopo: le famiglie dei quattro giovani torresi assenti a Genova

Non ci saranno per le commemorazioni istituzionali, in programma mercoledì: "Non è stato un caso ma una negligenza umana a far crollare il ponte", spiega Roberto Battiloro, padre di Giovanni, una delle vittime

Mercoledì prossimo, 14 agosto, ricorrerà un anno dal crollo del Ponte Morandi che portò alla morte, tra le altre vittime, dei quattro giovani di Torre del Greco Giovanni Battiloro, Matteo Bertonati, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione. Un ponte che, come scrive il padre di Giovanni, Roberto Battiloro, "crollò per negligenza umana e non per uno strano caso". Per questo Battiloro annuncia che i familiari dei quattro ragazzi non saranno a Genova per le commemorazioni programma. 

Crollo di Genova, le sei vittime napoletane

"Torneremo indietro di un anno provando lo stesso dolore", scrive su facebook Roberto Battiloro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Napoli, caso sospetto al Pellegrini: ricoverato cittadino cinese

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Allarme coronavirus, Verdoliva: "Dovesse arrivare qui lo affronteremmo"

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento