Rifiuti, è crisi: periferie invase come dieci anni fa

Distese di sacchetti a Pianura, Fuorigrotta, Ponticelli, Scampia, ma anche dietro la centralissima via Toledo tra Quartieri Spagnoli, Pignasecca e quartiere Stella

La situazione a Ponticelli

Sempre più grave la situazione rifiuti a Napoli, in particolare nelle sue periferie. A Pianura, Fuorigrotta, Ponticelli, ma anche dietro la centralissima via Toledo – tra i Quartieri Spagnoli, la Pignasecca e il quartiere Stella – appaiono cumuli che ricordano oramai da vicino la crisi di dieci anni fa.

Distese di sacchetti lunghe decine di metri

La situazione più grave è a Pianura, dove appaiono discariche a cielo aperto lunghe anche decine di metri come ad esempio in via Salvador Dalì. Un consigliere municipale di Fratelli d'Italia, Pasquale Strazzullo, ha consegnato alla magistratura un esposto contro l'amministrazione comunale e perché venga verificata la legittimità della Tari (la tassa sui rifiuti) in simili condizioni.
Anche alla Loggetta, tra il Rione Traiano e Fuorigrotta, i marciapiedi sono invasi da rifiuti di ogni tipo. Condizioni degradanti cui alcuni partecipano sversando illegalmente scarti che andrebbero conferiti in tutt'altro modo, come pneumatici e materiali edili.
Drammatiche anche le condizioni della zona di Ponticelli, in particolare lungo viale Carlo Miranda, dove fa pessima mostra di sé una distesa di sacchetti non raccolti e bidoni capovolti.

Impianti in sovraccarico, le difficoltà di Asìa

Asìa dal canto suo sottolinea "accessi preferenziali" agli Stir per i rifiuti dei Comuni della provincia – anch'essi in profonda difficoltà – con i suoi camion lasciati invece spesso in attesa.
Tutto questo col tritovagliatore di Caivano rimasto chiuso domenica scorsa e riparto soltanto quando hanno invece chiuso Giugliano e Tufino. Un sovraccarico generale dell'impiantistica, che lascia Napoli e provincia in profonda, profondissima difficoltà.

Asìa: "Serviranno giorni per rimuovere tutto"

Aggiornamenti da Pianura

Intorno alle 11 di oggi la IX Municipalità (Pianura e Soccavo) ha reso noti alcuni aggiornamenti sulla situazione riportando quanto spiegato dal presidente Giannalavigna. "Nelle ultime ore nel quartiere di Soccavo sono state ripulite via Risorgimento, via IV Novembre e via Garzilli. Nel quartiere di Pianura sono state ripulite via Provinciale, via Cannavino e la zona antistante il parco Attianese. Purtroppo - prosegue il comunicato - come abbiamo potuto constatare, nella zona del parco Attianese si sono formati nuovi cumuli che abbiamo immediatamente segnalato ad Asìa, chiedendo la rimozione immediata". Ad Asìa e al Comune è stato "manifestato tutto il nostro disappunto per la crisi che stanno vivendo i nostri cittadini. Abbiamo avuto rassicurazioni circa l’invio di rinforzi di uomini e mezzi Asìa sul nostro territorio già a partire dalle prossime ore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento