Bimba morta di malaria a Trento, il Cotugno di Napoli all'avanguardia nella lotta alle malattie infettive

L'Istituto Nazionale Malattie Infettive convoca a Roma undici centri nazionali che svolgono ricerca sulle malattie infettive. Tra i tre centri del Sud Italia c'è il Cotugno. L'obiettivo è ridurre la letalità della malaria

Fa discutere il caso della bambina di 4 anni morta lunedì per malaria negli Spedali Civili di Brescia. La bambina, a quanto pare, non era mai stata in vacanza nei paesi tropicali, e potrebbe aver contratto la malattia in ospedale. Sul caso si è espresso l'Istituto Nazionale per Malattie Infettive - INMI "Lazzaro Spallanzani" - che ha definito la malaria "una delle infezioni più gravi per i viaggiatori e i rari casi in paesi sviluppati" (e la morte della piccola Sofia, questo il nome, sembra rientrare proprio in questo rara casistica).
A tal proposito l'Istituto ha organizzato una due giorni - 25 e 26 settembre - a Roma, nella propria sede, per riunire gli undici centri di malattie infettive presenti in italia, al fine di programmare la ricerca sulla malaria, un programma lungo tre anni. Tra i tre centri nel sud Italia che parteciperanno al programma spicca il Cotugno di Napoli, considerato all'avanguardia. La ricerca consisterà nel registrare i dati dei pazienti ricoverati, il tipo di trattamento, l'andamento clinico e il risultato finale. L'obiettivo, spiegano dall'Istituto, è ridurre la letalità della malaria grave.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nome della presunta amante di Stefano De Martino dato in pasto ai media: "Questa ragazza è disperata"

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Addio a Mario Savino: era stato l'impresario anche di Gigi D'Alessio e Gigi Finizio

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento