Pozzuoli, corsa di automobili finisce in tragedia: morto un passante

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

E' notte, una Fiat 500 e una Ford Fiesta si affiancano nei pressi del lungomare di Pozzuoli, pochi secondi e comincia una folle gare di velocità. Quella che doveva essere solo una stupida bravata di due 21enni si è trasformata in una tragedia. Mentre sfrecciavano per le stradine del Comune a Ovest di Napoli, infatti, i due ragazzi avrebbero investito e ucciso un uomo di 62 anni, un operatore ecologico che si stava recando a lavoro in sella al suo motorino. 

Un impatto avvenuto a circa 100 chilometri orari che non ha lasciato scampo alla vittima. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, hanno trovato solo colui che avrebbe investito l'uomo. Si tratta di un giovane di 21 anni, napoletano, alla guida della 500 nella quale c'era anche la sua ragazza. Ha fornito ai carabinieri la sua versione, non facendo accenno alla gara di velocità. I filmati del sistema di videosorveglianza lascerebbero, però, pochi dubbi, e i militari lo hanno arrestato per omicidio stradale. 

Poco dopo è stato arrestato anche l'altro "corridore", un 21enne di Quarto, che in un primo momento si era allontanato dalla scena, per poi tornare per verificare cosa fosse accaduto. Il video mostra come i due, prima di impattare con il motorino del 62enne avessero per miracolo evitato un altro incidente. Il primo ragazzo ha avuto i domiciliari, mentre il secondo è indagato per lo stesso reato ma in libertà. 

(Musica Sci fi da www.bensound.com)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Umbertone riceve una telefonata da Babbo Natale: la reazione del bimbo è già virale (VIDEO)

  • Cronaca

    Albero di Natale rubato e poi ritrovato: ecco come l'hanno portato via /Video

  • Video

    Nennella inaugura a Milano, i video di Zia Flavia Food n'boobs

  • Cronaca

    Strage al quadrivio di Secondigliano, i familiari delle vittime: "Lo Stato ci chiede indietro i soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento