Lutto nel mondo della cultura e dell'università: è morto Corrado Beguinot

Beguinot era impegnato da tempo nella pianificazione urbanistica e territoriale, promuovendo attività per la Città europea interetnica e cablata

E' morto all'età di 93 anni Corrado Beguinot, noto ingegnere, urbanista e docente universitario. Beguinot era impegnato da tempo nella pianificazione urbanistica e territoriale, promuovendo attività per la Città europea interetnica e cablata.

E' stato dal 1964 al 1999 professore ordinario alla cattedra di Tecnica Urbanistica all'Università degli Studi di Napoli Federico II. Dal 1959 al 1965 ricoprì la cattedra Composizione Architettonica, diventanto Direttore dell'Istituto di Architettura e Urbanistica, dal 1959 al 1976 e del Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio all'Università degli Studi di Napoli Federico II dal 1992 al 1999.

E' stato anche progettista di numerosi piani urbanistici e di varie opere architettoniche tra cui la nuova Facoltà di Medicina di Napoli, la Cittadella postale e delle telecomunicazioni e il Palazzo di Giustizia del centro Direzionale di Napoli.

beguinot-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lavoratori Gestioncar, lettera di licenziamento dalla sede che non esiste

  • Cronaca

    Lanciano sassi contro un treno: ragazza colpita al volto

  • Notizie SSC Napoli

    Napoli, Ancelotti ci crede: "C'è fiducia e convinzione. Non aspetteremo il Liverpool"

  • Cronaca

    Hitler a San Gregorio Armeno, la condanna della Federazione Italia-Israele

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 10 al 14 dicembre: la verità sull'omicidio è vicina

  • Galleria Umberto, spunta un secondo albero di Natale "a prova di baby gang"

  • Rapina a Montesanto, salumiere ha un malore e muore: è caccia ai due malviventi

  • Apre a Napoli ClioPopUp: lunghe file a Chiaia/FOTO

  • L'Oroscopo di Franko Angelone: settimana dal 10 al 16 dicembre

  • Scossa di terremoto: tremano le province di Napoli e Salerno

Torna su
NapoliToday è in caricamento