Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia dei tassisti: "Obbligati a lavorare: zero guadagni e tanti rischi di contagio"

Emergenza Coronavirus, l'allarme lanciato da un lavoratore di Radio Taxi Napoli: "Non siamo dotati di mascherine e nessuno si preoccupa della nostra sicurezza. In strada per guadagnare 15 euro al giorno"

 

Tra le categorie colpite dall'emergenza Coronavirus c'è anche quella dei tassisti. Obbligati a lavorare perché offrono un servizio fondamentale di trasporto, chi guida un taxi esce di casa al mattino per una due corse al giorno: "Guadagnamo 15-20 euro in una giornata - afferma un tassista della Cooperativa Radio Taxi Napoli - una miseria, ma dobbiamo lavorare per forza, come avviene per autobus e metropolitane". 

Nonostante ciò, le preoccupazioni maggiori sono rivolte alla sicurezza: "Non abbiamo alcun dispositivo di protezione, come mascherine e guanti. Quando accogliamo un cliente non sappiamo se è contagiato. Io ho paura ogni giorno. Credo che il Comune, che firma le nostre licenze, dovrebbe preoccuparsi anche di questo". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento