Coronavirus, positivi altri 7 tamponi: i casi campani potrebbero salire a 11

Si attende come nei precedenti casi la conferma da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. Tutti di Napoli, i 7 potrebbero essere collegati alla persona positiva già individuata in città, ora in quarantena domiciliare

Si allarga il numero di contagiati da coronavirus in Campania. Altri sette tamponi - per i quali, come per gli altri finora positivi, si attende la conferma da parte dell'Istituto Superiore di Sanità - sono risultati positivi. A darne notizia è la task force della Regione Campania che sta affrontando l'emergenza. Se fosse confermata la positività alle ulteriori analisi, sarebbero 11 i casi totali.

Il ministero conferma il quarto caso

Oggi sono stati esaminati all'ospedale Cotugno oltre 70 tamponi. Secondo le prime notizie i sette positivi sono tutti di Napoli, e potrebbero essere collegati alla persona positiva già individuata in città, ora in quarantena domiciliare.
Tutti e 7 i nuovi potenziali casi sono in buone condizioni e si trovano anch'essi in quarantena domiciliare.

I casi accertati dal Ministero della Salute

Quattro, i casi fin qui accertati dal Ministero. Il tampone che aveva dato esito positivo, il quarto, è diventato ufficialmente caso di coronavirus una volta ottenuta la conferma dall'Istituto Superiore di Sanità. Gli altri tamponi controllati fino alle 15, erano invece negativi.

I positivi in Campania

I casi di coronavirus in Campania sono quindi un giovane del beneventano, una 24enne casertana, una ragazza di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno che opera come tecnico di laboratorio a Cremona e che alcuni giorni fa aveva fatto ritorno dai suoi familiari proprio a Vallo, e un avvocato 50enne napoletano, che ha raccontato di aver dovuto insistere affinchè gli venisse fatto il tampone, affermazione contestata dall'Asl, che segue il caso. Il 50enne è a casa perchè le sue condizioni non richiedono l'ospedalizzazione. Sotto screening anche persone che sarebbero entrate in contatto con l'avvocato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Luca: "Non è l'Aids, ne va solo bloccata la diffusione"

La task force della Regione

In Campania il presidente Vincenzo De Luca ha istituito una task force finalizzata ad assicurare il coordinamento delle azioni di prevenzione e gestione dell’emergenza. Opera in collegamento con il Dipartimento di Protezione Civile Nazionale, gli Uffici Territoriali di Governo, l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Istituto Superiore di Sanità e le altre istituzioni competenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento