Farmaco anti-covid 19, Ascierto: "Efficace sul 50 per cento dei pazienti testati"

Il medico del Pascale che con una task force sta sperimentando il Tocilizumab aggiorna i dati: "E' una guerra, ce la faremo". Ma al momento è stato provato solo su sei casi

 

"I risultati sono promettenti: tre sono migliorati, di questi uno riusciremo a stubarlo presto". Con un videomessaggio su Facebook, Paolo Antonio Ascierto, oncologo dell'Ospedale Pascale, ha parlato degli avanzamenti nella sperimentazione del Tocilizumab per fronteggiare l'emergenza del Coronavirus. I pazienti su cui è stato testato il farmaco, utilizzato per curare l'artrite reumatoide, sono ancora pochi, cioè sei, ma i risultati fanno be sperare. 

"Dallo scorso sabato 7 marzo - scrive il medico - sono stati trattati 6 pazienti intubati e le condizioni di 3 di loro sono considerevolmente migliorate e uno di loro sarà presto estubato. Tutto questo è stato possibile anche grazie alla rete che noi dell’Istituto Pascale di Napoli insieme all’Ospedale Cotugno, abbiamo stretto con i reparti di rianimazione e infettivologia di un gran numero di ospedali di tutta Italia, per condividere rapidamente informazioni sui pazienti e sulle risposte alla terapia. Intanto continuiamo senza sosta a raccogliere dati in attesa dell’approvazione AIFA del protocollo sperimentale per l’uso di tocilizumab nel trattamento delle complicanze causate dal COVID-19. È una guerra, ma ce la faremo".

Dei sei pazienti test, uno purtroppo, è deceduto per complicazioni respiratorie. Gli atri due, stazionari, saranno ritrattati con il Tocilizumab che è stato reso disponibile, gratuitamente, dalla casa farmaceutica Roche per gli ospedali che dovranno trattare casi gravi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento