Polizia e cani antidroga a scuola, il blitz: monta la protesta degli studenti

Momenti di tensione all'Ex-Capalc di via Terracina per i controlli dovuti al decreto "Scuole sicure". Gli studenti annunciano una manifestazione per il 12 ottobre

Polizia all'Ex-Capalc (foto Coord. Studenti Flegrei)

Diverse scuole dell'area di Bagnoli sono state stamattina oggetto di blitz ad opera di polizia e guardia di finanza. Le forze dell'ordine erano accompagnate da cani antidroga e hanno controllato gli accessi negli istituti, operazione dovuta al decreto "Scuole Sicure" predisposta dal ministro dell'Interno Matteo Salvini.

In particolare, all'Ex-Capalc gli studenti del Labriola erano impegnati in un'assemblea: dopo un duro confronto con la polizia numerosi tra essi sono stati identificati. "Sebbene il controllo abbia avuto un esito negativo – spiega il Coordinamento Studenti Flegrei – ci sono stati fortissimi momenti di incomprensione e di panico tra gli studenti. Sono intervenuti, per questo motivo, preside e professori, che hanno mediato tra le due parti".

Anche all’istituto Rossini gli studenti sono stati fermati, perquisiti e identificati dagli agenti, mentre all’ITN Duca degli Abruzzi, la Preside non ha lasciato entrare le forze dell’ordine ed i controlli si sono svolti nell’area antistante l’istituto.

"È da evidenziare che il decreto Scuole Sicure prevedeva il potenziamento degli impianti di videosorveglianza, l’assunzione temporanea di più vigili urbani e campagne formative soft e preventive – va avanti il Coordinamento – mentre l’unica misura che è stata attuata resta solo il traumatico e plateale blitz dei militi in mezzo alla folla di studenti, che alimenta un clima di paura e pregiudizio invece che un confronto aperto e informato sulle droghe".

"Mentre ci affanniamo a studiare tollerando la fatiscenza dell’edilizia scolastica, nella carenza delle strutture e del personale (ATA e docenti), in assenza di ricreazione, distributori automatici, laboratori, palestre, riscaldamenti – concludono – siamo costretti a subire l’improvvisa ed ingiustificata invasione e pressione nei nostri spazi di studio ad opera delle forze dell’ordine che non ci tutelano come vorremmo. Siamo pronti a dimostrare la forza degli studenti il 12 in piazza".

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino: come difendersi e cosa fare in caso di morso

  • Cardarelli: presto visite ed esami si prenoteranno nella farmacia vicino casa

  • Come eliminare la puzza dal tuo bidone della spazzatura

  • Spiagge: i 3 lidi più belli di Napoli dove viziarsi e divertirsi

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 15 al 19 luglio 2019

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

  • Orrore San Gennaro Vesuviano, la ricostruzione dalla tragedia

Torna su
NapoliToday è in caricamento