Controlli norme Coronavirus, carabinieri e municipale in azione tra Napoli e Provincia

Numerose le unità al lavoro. Utilizzato anche un drone per sorvolare Scampia

Carabinieri a Scampia

Continuano i controlli ad opera della Polizia Municipale e dei carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, finalizzati al rispetto delle norme governative e locali per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Controlli Polizia Municipale a Napoli

Per quanto riguarda la Municipale, il Comune rende noto che sono state impegnate numerose pattuglie per un totale di 329 unità tra agenti ed ufficiali. Sono stati sottoposti a controllo 658 esercizi commerciali, 1867 persone sottoposte a controllo negli spostamenti in città a vario titolo mediante esibizione di autocertificazione, 100 interventi atti a verificare il rispetto della chiusura dei cantieri edili e del divieto di prosecuzione delle opere non autorizzate dall’attuale normativa.
Quattro persone sono state poste in isolamento fiduciario per violazioni delle disposizioni, mentre sono state 24 le persone denunciate per inosservanza dei provvedimenti durante gli spostamenti.

"I controlli da parte della Polizia Locale di Napoli atti ad assicurare il rispetto delle disposizioni adottate a tutela dell’incolumità e della salute pubblica proseguiranno costanti nei prossimi giorni - ha dichiarato l'assessore Alessandra Clemente – Con il Comandante della Polizia Locale Ciro Esposito, abbiamo monitorato, negli ultimi giorni, particolari aree dove la quantità di esercizi commerciali, regolarmente in svolgimento delle attività, collocati in strade strette, crea inevitabilmente affollamenti. In zone come i Quartieri Spagnoli, la Pignasecca, Forcella, Pignasecca, Borgo Vergini, Antignano, Centro Storico di Secondigliano, punti del quartiere di Soccavo, di Pianura, dell'Area Nord sono stati predisposti maggiori controlli e presidi fissi per aiutare cittadini ed esercenti a rispettare le regole imposte dallo stato di emergenza e a tutela della loro salute".

"Ancora una volta faccio appello a tutti i cittadini ad utilizzare tutto il giorno per acquistare beni di prima necessità - ha aggiunto l'assessore Clemente - non affollandosi nella fascia oraria prepranzo. In più è necessario evitare acquisti minimi, di consumo giornaliero, rifornirsi per un numero di giorni tale da ridurre le uscite. È importante che nei giorni a seguire si faccia particolarmente attenzione per non vanificare gli sforzi di tutti e per ambire ad una più veloce risoluzione del problema. Prenotiamo al telefono la nostra spesa, facciamola portare a casa, andiamo a fare la spesa il pomeriggio".

I controlli anti-contagio dei Carabinieri a Napoli

Numerosi i controlli anche dei Carabinieri ed in diversi quartieri della città. A Scampia l’operazione, svolta dal nucleo radiomobile di Napoli e dai militari della stazione 167, è stata effettuata con il supporto di un drone militare guidato da due piloti del 7 Nucleo Elicotteristi di Pontecagnano. Il drone è stato utilizzato per rendere più efficaci i servizi di monitoraggio del territorio ed evitare che in alcuni luoghi potessero crearsi assembramenti. Luoghi come supermercati, uffici postali o pensiline dei mezzi pubblici al cui esterno potrebbero crearsi ambienti favorevoli al contagio. Durante il servizio odierno, le immagini dall’alto hanno permesso di appurare che non vi fossero assembramenti a Scampia, neppure nelle aree normalmente molto affollate, compresa la fermata della metropolitana.
Tra le varie persone controllate oggi, i Carabinieri hanno denunciato un ragazzo che ha esibito un'autocertificazione risultata poi falsa. Secondo quanto accertato il giovane non aveva fornito i propri dati anagrafici ma quelli del cugino.

A Poggioreale, invece, i militari della locale stazione hanno denunciato un 26enne di origini di pakistane per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. È stato sorpreso mentre usciva da un negozio il cui titolare – 33enne anch’egli di origini pakistane - era in attività nonostante le prescrizioni anti-contagio.

I controlli anti-contagio dei Carabinieri in Provincia

Numerosi i controlli anche in Provincia. A Ischia hanno denunciato tre persone per inosservanza dei provvedimenti. Sono stati sorpresi mentre eseguivano lavori di ristrutturazione di una scala in muratura esterna ad un’abitazione di via Corbore a Barano. In corso accertamenti per valutare la presenza delle autorizzazioni edilizie,

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I Carabinieri della stazione di Varcaturo hanno denunciato due albergatori dell’area costiera per omessa comunicazione alloggiativa all’autorità di pubblica sicurezza e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. I militari hanno controllato la struttura e scoperto che dava alloggio - senza che ne fosse stata data segnalazione all’autorità - a 4 persone, peraltro tutte già note alle forze dell'ordine. Tre dei quattro ospiti hanno fornito giustificazione valida alla loro presenza. Il quarto, denunciato, ha ammesso di essersi allontanato dal domicilio perché temeva di essere infettato dal padre convivente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

Torna su
NapoliToday è in caricamento