Controlli con il “drogometro” al centro storico: decine di persone controllate

Identificate 69 persone e controllate 60 veicoli; sono state contestate 21 infrazioni

Stanotte, nell'ambito  dei servizi finalizzati alla repressione dei reati in materia di circolazione stradale, si è svolta un' operazione della Polizia Stradale e dell’Ufficio Prevenzione Generale, con il supporto del personale Medico-Sanitario  della Questura di Napoli, volta al contrasto del recrudescente fenomeno della guida sotto l’effetto di droga ed alcool.
Il servizio “drogometro”, attuato in piazza Cavour ed in zona Museo, mira al controllo dei conducenti di veicoli che sono stati sottoposti ad accertamenti alcool-test e droga-test.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività ha consentito di identificare 69 persone e controllare 60 veicoli; sono state contestate 21 infrazioni di cui una  per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e in questo caso il conducente è stato denunciato; due per omesso uso delle cinture; una per mancata copertura assicurativa; una per omessa revisione del veicolo ed altre a vario titolo.
Inoltre,  un giovane è stato sanzionato amministrativamente per detenzione di cannabis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

  • De Luca: “L'epidemia è dietro l'angolo. Noto un pericoloso rilassamento”

Torna su
NapoliToday è in caricamento